LAVORARE A TEMPO PIENO O ESSERE MAMMA FULL-TIME?

A cura di Silvia Fattori

 

 

Molto spesso noi Donne  affrontiamo la scelta di essere mamme-lavoratrici, ma avere un lavoro che non ce lo permette. E mentre il part-time in altri stati sembra essere la scelta vincente, da noi sono pochissime le aziende che lo concedono.

Siamo mamme che lavorano sino a  10 ore al giorno, molte di noi si sorbiscono spostamenti di un’ora o due al giorno, vedono i figli per poche ore, spesso nemmeno con l’umore giusto, troppo stanche per star dietro a bambini altrettanto stanchi, carichi di emozioni e aspettative; ma con il peso di doverlo fare!

 

Perché ci siamo ridotte così? Non lo so.

 

Alcune di noi hanno studiato tutta una vita per poter fare lavoro dei propri sogni, e come si fa a rinunciare ai sogni solo perché si è diventati genitori? Non è giusto.

Altre devono lavorare per portare i soldi a casa, perché non è vero che “lavorare mi costa quanto la babysitter“, sicuramente nei primi anni di vita di un bambino le spese possono essere importanti, tra nido e babysitter, ma poi c’è la scuola e i soldi diventano subito di più.

 

Ogni scelta è insindacabile a mio avviso, ma sa in ogni caso di “Sconfitta”!

 

Anche io sono una mamma-lavoratrice, non per scelta ma per necessità. Mi sono trovata spesso a destreggiarmi tra orari lavorativi che non coincidevano con le necessità dei miei figli, a dover elemosinare un permesso per portarli dal dentista, a dover dire di no a feste di compleanno perché “Amore sai che mamma lavora” e chiudere gli occhi per non far vedere le lacrime …

 

Ho spesso sfogato il dolore su di me, finché non ho capito che “una mamma serena, ha dei figli sereni”.

 

Ho preso in mano la mia vita e l’ho stravolta, ho imparato a prendermi dei tempi per me stessa, ho lavorato sulle mie credenze e resistenze e mi sto reinventando con un nuovo lavoro che mi permetterà di stare più tempo con la mia famiglia. Ho investito su di me a 360°.

Forse anche tu, Donna, ti rispecchi nella mia vita, e quando vedi un’immagine che non ti piace riflessa nello specchio, hai sempre due possibilità. O copri lo specchio (in questo caso la tua anima) e vai avanti; o ti fermi, respiri e cerchi una soluzione che ti aiuti a stare meglio. Magari non sarà la prima, e magari nemmeno la seconda, ma se non ti arrendi io sono sicura che troverai la strada giusta.

E se sei qui, se stai leggendo questo articolo, hai già iniziato il cambiamento. Non arrenderti mai, le difficoltà ci saranno sempre, ma sei una Donna, e questa è la tua arma segreta!

Segui l’autrice su Facebook

Segui l’autrice su Instagram

Una mamma serena, ha dei figli sereni!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: