SAPER DARE IL GIUSTO SPAZIO (NON TROPPO) A CHI CRITICA SU FACEBOOK

A cura di Denise Silvestri – Social Media Manager

 

 

Tutti noi, è risaputo,  teniamo a piacere ed essere accettati per ciò che diciamo e per come siamo. Ma in realtà  non possiamo piacere a tutti. Oltre a una verità di vita è un utile lezione da tenere a mente anche quando si lavora sui social.

 

Si,  perché dal momento in cui si è parte di una community ricordiamoci che avremmo a che fare con i “leoni da tastiera” per cui ogni virgola diventa una ghiotta occasione per demolirci, per dirci che il loro lavoro è meglio del nostro, per farci sentire come la bimba al parco con cui nessuno vuole giocare.

 

Ma non dobbiamo avere paura di questo, e sapete perché?

 

Perché una critica per quanto antipatica se osservata oggettivamente può portarci a migliorare e qualora non avesse tale valore positivo, il problema non si pone: si elimina dal proprio interesse – digitalmente da professionista consiglio di no.

 

Eliminare le critiche vuol dire mettere la polvere sotto al tappeto, lasciarle lì in mezzo alle altre positive invece può farci avere una visione globale e farci rendere conto del vero valore e di come si è percepiti a seconda della tipologia di interlocutore che incontriamo.

Rafforzare anche paradossalmente aspetti di noi stesse e imparare a ironizzare.

 

Con questo non voglio dire che non bisogna gestirle con misura e buon senso ma come dice un vecchio e saggio detto alcune volte è meglio farli cuocere nel loro brodo.

 

 

 

Segui l’autrice su Facebook

Segui l’autrice su Instagram

soluzionimediaonine@gmail.com

Denise Silvestri - Social Media Manager - Specialista in Digital Marketing & Brand Identity

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: